Blackbird, una prova di forza

Che cos’è blackbird? E’ una storia che ho scritto, disegnato e inchiostrato per un intero mese.

In periodi grigi come questi dove la creatività è bloccata dalle notizie catastrofiche del mondo, avevo bisogno di mettermi alla prova.

A settembre ho trovato su internet la lista delle parole dell’edizione della challange “Inktober” di questo 2020. Inktober è un gioco, creato dall’ illustratore e fumettista Jake Parker che mette alla prova le abilità di ogni creativo. L’obiettivo è quello di disegnare, per tutto il mese di ottobre, delle opere (in linea con le parole scelte dalla lista) e pubblicarli sui social con l’hashtag #inktober. Non c’è nessun premio, lo scopo è quello di migliorare le proprie abilità.

Scorrendo la lista delle parole scelte la mia mente ha vagato alla ricerca di una storia. Ho letto, visto film, osservato immagini e dopo 10 giorni ho scritto la sceneggiatura.

Blackbird è ambientato in un modo dove gli umani sono stati sostituiti dagli animali e questi svolgono normali lavori “umani”. Il protagonista di questa storia è un giovane merlo che di mestiere fa il postino. Durante la sua routine di lavoro incontrerà delle persone piuttosto bizzarre che lo faranno riflettere sul senso della vita e sul suo ruolo in questo mondo.

Blackbird è ambientato in un modo dove gli umani sono stati sostituiti dagli animali e questi svolgono normali lavori “umani”. Il protagonista di questa storia è un giovane merlo che di mestiere fa il postino. Durante la sua routine di lavoro incontrerà delle persone piuttosto bizzarre che lo faranno riflettere sul senso della vita e sul suo ruolo in questo mondo.

Sono stati mesi impegnativi, fatti di notti insonni e corse contro il tempo per essere puntuale e non rimanere indietro con i capitoli della storia. Non nego che sia stato impegnativo, nonostante lo stile e la tecnica di questo fumetto. Ci sono stati dei momenti in cui mi chiedevo: perché lo sto facendo? A chi servirà? Che cos’è questa storia? Quanti like ci sono? Quante condivisioni? Ci guadagnerò qualcosa?
Domande che facevano eco nella mia mente ripetendosi ogni volta che disegnavo e sono le domande che, penso, ogni giovane artista si ponga quando si trova all’inizio del suo percorso.

Poi ho capito. Ho messo tutto in modalità aereo e ho deciso di partire e spiccare il volo. Ho capito che questa storia doveva avere valore solo per me stesso e per farmi capire quando ci tenessi a diventare un fumettista e quanta fame ho di raccontare storie come questa. Che poi alla fine è anche il premio che ti regala l’inktober: mettere “alla prova” la passione e la dedizione per l’arte,la creatività e l’impegno, per riscoprirsi e imparere da ció che si crea.

Qua sotto ho raccolto tutti i capitoli che ho pubblicato in questi mesi nel mio account instagram. Spero che sia una buona lettura. Scrivimi per sapere cosa ne pensi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.